domenica 16 giugno 2019

Succede anche a Lugano, Svizzera felix

Il teatrino



I commedianti


L' Alternativa

In margine al ventilato sgombero del Centro sociale autonomo autogestito (CSOA) per far posto alla cosiddetta Cittadella delle opportunità sociali (eufemismo) a PAGAMENTO !

giovedì 6 giugno 2019

Berna: Rinnovo parlamento nazionale

I media riferiscono in simultanea che Merlini (liberale) e Cavalli (sinistra alternativa) saranno candidati  alle camere federali.
Bene.
Un pensierino per entrambi:
Al primo ricordo gentilmente che "con la salute non si scherza".
A Franco invece auguro buon lavoro. Se eletto avrà sicuramente l'opportunità di studiare nuove, imprevedibili e nascoste forme di cancro.

Carlo Curti, Lugano, Svizzera "felix".

mercoledì 15 maggio 2019

Mercato immobiliare

https://images2.corriereobjects.it/methode_image/2019/04/23/Economia/Foto%20Economia%20-%20Trattate/truffe-online-kqjc-u31101687240877bnf-656x492corriere-web-sezioni_304x232.jpg?v=201905150836

martedì 14 maggio 2019

Lugano e il Centro sociale occupato autogestito (CSOA)

Siamo alla frutta, almeno così sembra.
Ce ne hanno messo di tempo i politicanti della Lugano da bere, avvicendatisi a Palazzo negli ultimi diciassette anni, per lo sfratto dei giovanotti del Centro sociale autogestito del Molino. Diciassette anni per redigere una lettera che fa carta straccia della convenzione firmata allora da Municipio, Cantone e Associazione Alba, da intimare nei prossimi giorni ai locatari. Ne anticipo il suo significato intrinseco: apprezziamo il lavoro da voi svolto durante tutto questo periodo, ma la trasformazione del sedime non ne prevede la continuità. In altre parole, immagino più consone alla maggioranza di consiglieri comunali e municipali: föra di ball, con le buone o con le cattive.
Bene. Così vanno le cose, non solo a Lugano, alle Officine FFS di Bellinzona è in onda lo stesso teatrino. Comanda la finanza e il mercato, con i suoi comandanti e le rispettive marionette. Prendere o lasciare, come quando i salariati ricevono la lettera di licenziamento: la prendono e lasciano ... libero il posto di lavoro.
Alternative? Alcune (sempre le solite e spuntate) per i riformisti dell’opposizione costruttiva, solo una per chi non è disposto a barattare etica e principi con aria fritta: resistere, determinati, contando sulle proprie forze. Potrebbe anche andare male (buttati fuori in pochi minuti e pure malmenati) ma ricordate che la storia vera, quella cacciata dai testi scolastici, l’hanno sempre fatta coloro che, sconfitta dopo sconfitta, hanno poi ottenuto quello che prima sembrava fuori dalla loro portata. Allora, forza ragazzi, vi tengo i pugni, una delle poche cose ancora permesse dagli anni che mi porto addosso, e scusate se la notte che arriveranno a buttarvi fuori non sarò al vostro fianco.